Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Marzo 9, 2021
News

Intimidazione al sindaco Montella

Sorpresa amara per il sindaco Montella che la mattina del 30 marzo, uscito di casa per imbarcarsi in auto per recarsi a Tempio per lavoro (è avvocato), si è accorto che questa notte tempo era stata danneggiata con una sostanza corrosiva. La Bmw nera del sindaco era parcheggiata in Piazza 23 Febbraio, Cala Gavetta, dove abita. Naturalmente il sindaco Montella sporto denuncia contro ignoti e sul deprecabile gesto indagano i carabinieri. Sicuramente l’atto intimidatorio è stato compiuto in un momento in cui la piazza era deserta ma essendoci alcune telecamere da tempo installate è probabile che queste abbiano registrato qualcosa di utile per poter risalire alla identità degli autori. Solidarietà e vicinanza al sindaco sono giunti da più parti man mano che la notizia è venuta ad essere di pubblica conoscenza. È stato lo stesso sindaco, nella serata di ieri, a confermare su Facebook quanto di accadutogli, un fatto da lui stesso  definito “inquietante”. “Del mio lavoro in quasi due anni posso, con grande fierezza, dire che ho fatto di tutto per dire sì tutte le volte che questo era possibile, ma ho anche detto molti no tutte le volte in cui la legge lo imponeva”, ha scritto Montella. “Chi mi ha votato mi conosce, sa come la penso. D’altronde, questo è il mio pensiero, questo è il mio credo. A questo sono stato educato. A ciò non rinuncio né oggi né mai. Questa è anche la mia libertà”. Ma Montella, nel suo intervento su Facebook, dà anche una interpretazione a quanto accaduto, un’indicazione: “Con l’aumento esponenziale della disperazione sociale, il primo a salire sul patibolo è sempre e solo il sindaco… ma la colpa non è dei sindaci, è delle risposte che i sindaci non possono dare a chi ha bisogno… delinquenti a parte”. Questa mattina alle 9:00 c’è consiglio comunale. Se ne parlerà.