Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Dicembre 10, 2022
AttualitàNews

Buio pubblico, le accuse di Sirena

“Dagli atti emerge una situazione sconcertante. Nel 2001 il Comune di La Maddalena stipulò una convenzione, di durata di nove anni, con la società So.le. Società Luce Elettrica S.p.A. – Gruppo Enel (denominata poi Enel Sole s.r.l.) per prestazioni relative agli impianti di illuminazione pubblica. Successivamente, scaduta detta convenzione, a seguito di una serie di proroghe e atti aggiuntivi alla convenzione originaria, si arrivò alla determinazione dirigenziale al fine di procedere alla definizione di un accordo transitorio con la società Enel Sole s.r.l. per tutto l’anno 2013. Pertanto, dall’1 gennaio 2014 il Comune di La Maddalena è senza un accordo commerciale che consenta una manutenzione sia ordinaria che straordinaria degli impianti di illuminazione pubblica in regime di convenzione”. A scriverlo è il consigliere di minoranza Roberto Sirena. “Questo vuol dire che dal suo insediamento fino al 28 dicembre 2016, momento in cui è stato pubblicato il bando di gara per l’individuazione del soggetto che dovrà occuparsi dell’illuminazione cittadina, l’amministrazione Montella nulla ha fatto in merito. E’ inconcepibile come si possa amministrare con tanta leggerezza tralasciando un aspetto che dovrebbe essere di ordinaria amministrazione ma che per la sua importanza dovrebbe essere prioritario rispetto ad altre situazioni”. Ma vi è di più, aggiunge Sirena, “il nuovo bando di gara prevede un intervento solo parziale e solo per sei mesi. Infatti, a fronte dei 1851 impianti di illuminazione pubblica di proprietà del Comune e 763 di proprietà di Enel Sole, con l’intervento dell’amministrazione Montella potranno trovare sistemazione, forse, un terzo dei detti impianti. In conclusione, non solo questa amministrazione è poco attenta alle questioni basilari, ma per giunta è insufficiente alla risoluzione delle problematiche ad esse connesse”.