Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Maggio 18, 2021
Attualità

Nave gasiera cambia rotta: il suo passaggio nelle Bocche di Bonifacio è “non raccomandato”

Guardia Vecchia torre 8 wIl traffico di navi gasiere, nelle Bocche di Bonifacio, è “non raccomandato”, come lo è quello di navi che trasportano merci pericolose per l’ambiente. Questo sulla base della Risoluzione IMO (Organizzazione Internazionale Marittima) N. A766 del 4 novembre 1993.

Lo ha fatto presente recentemente il responsabile del VTS di Guardia Vecchia ad una gasiera battente bandiera panamense, di 6.550 tonnellate e lunga 120 metri, con a bordo un carico pericoloso di Propano, in avvicinamento nello Stretto Internazionale di Bonifacio.

Il comandante della nave, molto correttamente e responsabilmente ha invertito la rotta e ha proseguito la navigazione verso la Grecia navigando sul versante Occidentale della Sardegna.

Grazie a questi interventi, svolti giorno e notte dai Centri VTS che si affacciano sullo Stretto (La Maddalena e Capo Pertusato), scrive la Capitaneria di Porto di La Maddalena, si “è in grado di garantire la sicurezza delle circa 3500 unità mercantili che ogni anno transitano in queste acque così delicate, monitorandole costantemente durante l’intero transito all’interno delle rotte raccomandate, e di prevenire incidenti in mare così come già accaduto nel 2010 e nel 2012 con le mancate collisioni di due mercantili sulle coste sarde”.

Il transito nelle “Bocche”, mentre “non è raccomandato” alla generalità delle navi cisterna che trasportano merci pericolose è invece vietato alle stesse che battono bandiera italiana e francese, questo in virtù di specifico accordo bilaterale.