Archivi

redazione@gallurainformazione.it
martedì, Aprile 13, 2021
News

La Maddalena. Ancora nessuna novità sulla riapertura della discarica di inerti

Discarica abusiva 2013 wSulla  chiusura della discarica inerti e sulla conseguente emergenza ambientale, un mese fa, il 25 novembre, nel corso del Consiglio Comunale il consigliere d’opposizione Gaetano Pedroni rivolgeva la seguente domanda al sindaco Comiti.

Avrà potuto anche lei riscontrare che il territorio si sta invadendo di detriti di inerti sparsi da tutte le parti. Io li ho trovati anche a bordo della carreggiata della Panoramica. Il centro di raccolta degli inerti è colmo e la società che lo gestisce ha avviato la pratica per volturarlo in un sito di stoccaggio e lavorazione per la produzione di sabbia ed altro  ma nel frattempo è chiuso e questo sta creando  numerosi disagi, anche a quelli che a casa devono fare un pezzo di intonaco e non sa  dove portare i calcinacci. È una situazione di emergenza e nel frattempo il territorio si sta sporcando e se non diamo soluzioni  portiamo i cittadini ad infrangere le regole facendo del male al territorio e all’ambiente. 

Comiti così rispondeva a Pedroni:

Credo che lei sia convinto che il sindaco possa esercitare la propria funzione sul fronte delle ordinanze contingibili ed urgenti in maniera del tutto autonoma. Ho il carteggio dell’impianto del Vaticano al quale si riferiva che è in piedi dal giugno di quest’anno, tra l’amministrazione  e gli enti che devono consentire al sindaco di mettere in campo una ordinanza contingibile ed urgente e che non si mettono  a disposizione su questo fronte: Uno è la Provincia e uno  l’Arpas. La prima  nota era stata in data 13 giugno dicendo che già eravamo in emergenza. La Provincia, invece di esitare la pratica e permettermi di emanare l’ordinanza con tingibile ed urgente, ha mandato la pratica all’Arpas. Abbiamo chiamato il dr. Mura che si è impegnato per venerdì che ci sia dato questo parere necessario ad emettere l’ordinanza, che ci permetterebbe di mettere in sicurezza tutto quello che viene gettato in ogni angolo. La ringrazio per la sollecitazione ma mi creda, che siamo molto attenti a questo fronte.

A un mese di distanza nulla è cambiato …