Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Gennaio 16, 2021
News

La Maddalena. Per le navi da crociera il Comune chiede una mano alla Capitaneria

La Maddalena. Per le navi da crociera il Comune chiede una mano alla Capitaneria.

Che il Decreto Interministeriale del 2 marzo 2012, cosiddetto decreto salvacoste, emesso dopo la tragedia della Concordia finita su una secca dell’Isola del Giglio potesse mettere a rischio la possibilità dall’arrivo a La Maddalena (e non solo) della navi da crociera Gallura Informazione lo aveva già scritto. La gravità delle conseguenze di tale provvedimento sono emerse nell’ultimo Consiglio Comunale nel corso del quale l’assessore ai Trasporti Nicola Gallinaro ha presentato un ordine del giorno, firmato da tutti i consiglieri comunali, consistente, ha dichiarato, in “una richiesta alla Capitaneria di Porto di La Maddalena, che ad onor del vero si sta già dando una mano, per cercare di riuscire a far comunque arrivare a La Maddalena, nonostante il decreto salvacoste, le navi da crociera che avevano già programmato 20 scali nel rada di Santo Stefano”, la prima delle quali è previsto debba giungere il 16 aprile prossimo. Considerato che in passato la rada di Santo Stefano ha ospitato in sicurezza unità navali militari di grosse dimensioni e che c’è il rischio che “il suddetto decreto possa inficiare le legittime aspettative di crescita economica e sociale”,  il Consiglio Comunale, con documento approvato all’unanimità ha chiesto “alle autorità marittime competenti sul nostro territorio di farsi portavoce presso le sedi ministeriali interessate al fine di approfondire la tematica in argomento e addivenire ad una possibile soluzione derogatoria che consenta a questa comunità e le attività commerciali che ne fanno parte di poter usufruire dei vantaggi legati alle attività programmate”. Claudio Ronchi