Archivi

redazione@gallurainformazione.it
venerdì, Febbraio 26, 2021
News

La Maddalena. Turista romana dona al Paolo Merlo apparecchiature per 110 mila euro

La Maddalena. Turista romana dona al Paolo Merlo apparecchiature per 110 mila euro.

Comunicato stampa Asl.  Donazione dai privati alla Asl di Olbia: circa 110 mila euro consentiranno di ammodernare una buona parte delle apparecchiature dell’ospedale Paolo Merlo di La Maddalena: “Un grande gesto di generosità che consentirà di potenziare i servizi offerti nell’ospedale maddalenino”, fanno sapere il direttore generale della Asl di Olbia Giovanni Antonio Fadda, il direttore amministrativo Giorgio Tidore e il direttore sanitario Maria Serena Fenu. “Facciamo i nostri più sentiti ringraziamenti ai familiari della signora Livia Mora Gabrielli che, in uno spirito di grande sensibilità e generosità, hanno donato alla nostra Azienda apparecchiature necessarie all’ospedale”, spiegano i manager della Asl di Olbia. Lo scorso anno, all’età di 75 anni, moriva Livia Mora Gabrielli, ristoratrice romana, con un amore particolare per l’Isola di La Maddalena, dove da oltre quarant’anni trascorreva, con la famiglia, le proprie vacanze. Un legame indissolubile che ora i familiari hanno voluto rafforzare ulteriormente donando all’ospedale Paolo Merlo una serie di apparecchiature che verranno utilizzate nei reparti di Medicina, Pediatria e Rianimazione. Un apparecchio per le urgenze cardiologiche (Sistema aquadex Flex Flow), un endobroncoscopio con monitoraggio per le intubazioni difficili, un ecocolor doppler portatile, un sistema Holter ECG, dotato di registratore, un sistema Holter della pressione arteriosa, un defibrillatore e un incubatrice (modello Giraffa), due (?) elettrocardiografi al quale si aggiungano anche alcuni armadi per farmaci e alcuni piccoli interventi strutturali che consentiranno di utilizzare al meglio la nuova attrezzatura. L’apparecchiatura di ultima generazione, costata circa 110.000 euro, è stata già acquistata e la prossima settimana verrà sottoposta a collaudo: una volta effettuati i corsi di formazione del personale, le strumentazioni entreranno in funzione. “Mamma e la nostra famiglia tutta ama profondamente questa terra – racconta Federico Gabrielli, figlio della signora Livia Mora Gabrielli – abbiamo deciso, nonostante il profondo dolore per la sua perdita, di ricordarla con un gesto che potesse aiutare da una parte l’operato dei medici, dall’altro volevamo dotare l’ospedale di La Maddalena di apparecchiature utili per salvare vite umane”. (Mercoledì 12 ottobre 2011)