Archivi

redazione@gallurainformazione.it
sabato, Febbraio 27, 2021
Attualità

Scanu (PD): “Quella che si profila è una nuova compagine che di Meridiana Fly mantiene soltanto il nome e che sostituisce la Sardegna con la Lombardia”

Scanu (PD): “Quella che si profila è una nuova compagine che di Meridiana Fly mantiene soltanto il nome e che sostituisce la Sardegna con la Lombardia”.

Su richiesta del senatore della Gallura Gian Piero Scanu (PD) si è svolta oggi a Roma, presso l’VIII Commissione del Senato un’audizione con il Presidente di Meridiana Fly Marco Rigotti e l’amministratore delegato Giuseppe Gentile. Fine della riunione è stato quello di comprendere meglio la situazione in cui si trova la compagnia aerea.  “In verità, si è trattato di vedere confermate per intero le preoccupazioni già espresse dalle varie organizzazioni sindacali, cui non è sfuggita la gravità del problema” ha dichiarato al termine dell’incontro il senatore Scanu. “I vertici della compagnia, sostanzialmente, hanno confermato lo spostamento dei nuovi aeromobili nel parco macchine di Air Italy ed il conseguente mantenimento di soli 7 vecchi MD 80 di cui 5 voleranno su Cagliari e appena 2 su Olbia, costituendo, di fatto, un nuovo polo societario che avrà il proprio punto di forza presso l’aeroporto di Milano Malpensa e che svolgerà la propria attività industriale soltanto in minima parte nel territorio della Sardegna”.  Per Gian Piero Scanu “ora il quadro è chiaro. All’azionista di riferimento non importa più farsi carico delle gestione di Meridiana Fly, ma interessa, esclusivamente, perseguire un seppur legittimo obiettivo di tipo finanziario, il cui raggiungimento viene ritenuto possibile svuotando la compagnia Meridiana, e con essa, gli assetti storicamente impegnati in Sardegna”. Quella che si profila, dunque, ha concluso il senatore gallurese del PD “è una nuova compagine che di Meridiana Fly mantiene soltanto il nome e che sostituisce la Sardegna con la Lombardia. Con buona pace del presidente Cappellacci il quale, fingendo di non aver capito, occulta i termini della questione, suggerendo suggestioni prive di alcun fondamento”. (Giovedì 29 settembre 2011)